Negli occhi hanno dei consigli e tanta voglia di avventure

[Credits al titolo - ma c'è davvero bisogno? -: QUI]

Cosa c'è di meglio dell'acquistare un buon prodotto a un buon prezzo avendo peraltro la certezza di aver anche fatto una buona azione?
Si tratta di qualcosa che la maggior parte di noi ha fatto almeno un paio di volte, a ben pensarci... dai prodotti di Libera Terra, alle scarpe della Toms, a fiori e piante dell'Aidmo sino ai bonsai per sostenere l'Anlaids...
Ecco, oggi ho deciso di approfittarne per parlarvi di un libro. Questo, ad essere precisi..



Cos'è? 
Ebbene, si tratta di un e-book che raccoglie racconti, emozioni, aneddoti di donne italiane expat che decidono di far sentire la propria voce e raccontare le proprie avventure, vicissitudini, esperienze.
Se è vero che le donne hanno un modo tutto proprio di raccontarsi - lo diceva già Hélène Cixous, a ben pensarci -, questa è decisamente una buona occasione per godere appiendo di un ventaglio di sensazioni non indifferente. Ogni racconto apre una nuova finestra su una realtà diversa, interessante, accattivante, dalla quale c'é sempre - ma davvero SEMPRE - qualcosa da imparare.
Un libro, insomma, che non si rivolge solo a chi decide di lasciare la propria casa per costruirsi una nuova vita o inseguire un sogno ma a chiunque sia "affamato di mondo", chiunque abbia voglia di immergersi anche solo per poche ore in un caleidoscopio di realtà diverse e uscirne arricchito, forse un po' turbato ma sicuramente almeno un pochino migliorato.

E sapete qual'è la cosa migliore?
L'intero ricavato andrà ad un'organizzazione non governativa che si occupa di adozioni internazionali - l'AiBi - presso la quale lavora una delle autrici del libro.
Cosa aspettate, insomma? Costa solo 5,99€ e - fidatevi - non ve ne pentirete!!! Correte su Amazon a comprarlo!  
Trentaquattro italiane emigrate in ogni angolo del mondo si raccontano. Lo fanno a ruota libera, soffermandosi di volta in volta su aspetti specifici del proprio vissuto - la vita quotidiana, gli affetti, il lavoro, gli usi e costumi del nuovo paese, il cibo, l’arte, la musica, le bellezze naturali, le atmosfere. Parlano dell’eccitazione del cambiamento, delle difficoltà di integrazione, del dolore e della malinconia, del distacco dalla propria terra di origine. Ancora, si interrogano sui diritti civili, sulle discriminazioni razziali e di genere, sulla povertà, la disuguaglianza sociale, e tanto altro. C’è molta sincerità, in questi racconti: questa capacità, prettamente femminile, di mettersi a nudo, è ciò che lega tra loro le diverse esperienze.Per comprendere il significato profondo dell’espatrio nell'era digitale, per vivere e capire le emozioni di donne che hanno fatto la valigia e sono diventate delle moderne migranti.

Commenti

Posta un commento

Post più popolari